pixel

Steve Jobs credeva in quello che faceva e soprattutto credeva di poter cambiare il mondo con le sue idee.

Diceva: “Trovate il vostro progetto di vita e impegnatevi a realizzarlo!”

Ricordo anche una delle sue frasi che hanno ispirato la mia attività e tutto il mio modo di agire ogni volta che intraprendo un progetto creativo:

“Non dovete guardare alla concorrenza pensando di fare meglio,
ma dovete guardare alla concorrenza pensando di fare diversamente.”

Trovo geniale questa considerazione.
Trovo che ci voglia un pizzico di follia per mettere in pratica certi pensieri.

In troppi si concentrano solo ed esclusivamente ad essere meglio di qualcun’altro, a realizzare un prodotto più bello di qualcun’altro, a mettere sul mercato un servizio migliore rispetto a tutti gli altri.
In pochi invece cambiano direzione cercando di dirigersi verso strade completamente alternative che li portano ad essere in qualche modo “differenti”.

Lo stesso Steve Jobs dovette evitare di confrontarsi con il colosso IBM, cercando di creare qualcosa che non fosse migliore ma che fosse differente, qualcosa che rappresentasse ciò che la concorrenza non aveva mai sviluppato, per diventare la scelta di un target di persone ben definite.

Come non dimenticare la dualità tra Coca Cola e Pepsi negli anni 80.
Quando la Coca Cola si dichiarava per tutti.
La Pepsi non decise di cercare di essere “meglio” della Coca Cola ma ebbe la geniale intuizione di differenziarsi e dichiarandosi a sua volta la bevanda dei giovani, inventadosi la “Pepsi Generation”.

Di casi e di esempi come questi ce ne sono tantissimi.

Basta mantenere un mindset ben preciso e percorrere le strade meno battute, quelle in cui ci sono molti più spazi, molte più possibilità, molte più prospettive.

Steve aveva un carattere molto particolare ma era indubbiamente un genio del marketing, dell’innovazione, un leader che cambiò il suo settore e il modo di usare e vedere la tecnologia.

Chi cerca di non fare le cose meglio ma diversamente, cambia inevitabilmente anche tutti i paradigmi.

Ed io, personalmente, cerco di farlo tutti i giorni, per me stesso come imprenditore e per i miei clienti come imprenditori.

 

 

Condividi la news