pixel

Siete imprenditori e volete arrivare da un punto A ad un punto B nel minor tempo possibile, col minor sforzo possibile e con un successo assicurato? Scordatevelo!
Cari imprenditori, sappiate che dovete metterci: sudore, applicazione, costanza, determinazione, logica, fiducia, perseveranza, ….. bastano questi punti per farvi desistere?
In un’infinità di situazioni ho visto imprenditori cadere, professionisti mollare il colpo, uomini e donne premere sul freno e smettere di lottare.
Perché? Perché non è semplice raggiungere il successo. Non è un gioco da ragazzi, altrimenti tutti sarebbe ricchi e benestanti.
Il successo personale, persino quello soggettivo, ha bisogno di tutte quelle caratteristiche, altrimenti nulla ha senso nè valore.

Ovviamente sono tutti punti chiave e tutte caratteristiche che dovete obbligatoriamente mettere in gioco per raggiungere un obiettivo che vi siete preposti, un risultato profittevole nel vostro ambito lavorativo e nella vostra attività principale. Un desiderio di cambiamento che porta a vette elevate e che deve nascere da dentro sino a tramutare le vostre idee e le vostre azioni in qualcosa di unico.

Esiste un segreto per ottenere tutto questo? Esiste la chiave che apre le porte verso nuovi orizzonti e che ci permette di ottenere soddisfazioni mai raggiunte?

Esiste una logica da seguire. Nulla è certezza nella vita, ma tutto lo può diventare e tutto può imparare a crescere dentro di noi sia dal punto di vista umano che dal punto di vista lavorativo e professionale.

Provate a pensare ad un vostro mentore. Ad una guida alla quale fate affidamento. Colui che ha già raggiunto quelle vette e che dall’alto della sua esperienza e soprattutto dei suoi successi “concreti” può essere considerato come una sorta di leader e trascinatore di una certa materia, di un certo settore o di una certa professione.
Una volta che l’avete visualizzato cercate di immaginare come lui stesso possa aver raggiunto i traguardi che ha raggiunto. Quante volte vi sarete domandati: “Ma come caspita ha fatto?“.

Bene cari imprenditori, il segreto di persone come loro, persone che hanno lavorato duro, sbagliato tanto e che si sono rialzati mille volte più forti di prima, è tutto nel metodo, nel sistema che utilizzano. Un sistema lineare, preciso, perfezionato all’inverosimile. Un sistema con delle logiche, con delle variabili, con delle soluzioni e delle alternative.

A volte basta seguire un sistema dettagliato e preciso per arrivare da A a B con una soglia di insuccesso minima.
L’essenziale è apprenderlo da chi lo ha già testato e da chi con tale sistema ha già attinto a piene mani ottenendo soddisfazioni anche in termini economici elevate.
La considerazione semplice e ovvia che vi dovrete fare è: “Se lui ha ottenuto certi risultati e mi sta insegna come fare, perché non seguirlo alla lettera?“.

Conosco gente che spende migliaia e migliaia di euro per fare corsi su corsi, finendo inesorabilmente col fare di testa propria in certe situazioni e sforando completamente da quello che è il metodo appreso. Puntualmente il risultato finale è pessimo.

Il sistema è ciò che ci guida, ciò che ci permette di applicare alla lettera, ciò che ci consente di approntare un percorso preciso e carico di soluzioni, di vie d’uscita, di input fondamentali.
Il sistema è un processo rodato e definito che se fatto proprio può diventare il mezzo primario per potersi differenziare dalla massa dei competitors.

Giustamente voi vi starete chiedendo: “E allora come mai tutti quelli che escono dai corsi, che seguono guru di settore e che hanno mentori illustri, alla fine non raggiungono anche loro un risultato decente?
La risposta è una sola: “Perché non seguono il sistema che gli viene indicato alla lettera! Perché credono di poter essere loro ad insegnare qualcosa agli altri e ad interpretare delle logiche a seconda di un esperienza fragile, di risultati piccoli e di convinzioni limitanti.
Ci sarà pure un motivo se l’80/90% di chi esce da corsi di alto livello o di chi ha legami con leader di settore alla fine dei conti è sempre fermo a status depotenzianti o a condizioni economiche precarie.

Ci vogliono anni, errori, perfezionamento quotidiano, elaborazioni infinite, perfezionamenti concreti, per poter dire a noi stessi che abbiamo un sistema vincente.
Magari lo stesso sistema che secondo una nuova logica di “Info Business” diffusa, potremmo anche pensare di condividere e vendere a chi decide di intraprendere la strada del successo.

In conclusione, una volta che avete un sistema, che l’avete compreso appieno e seguito passo passo, potete dire di aver raggiunto uno scopo e di aver lavorato ottimizzando al 100% ogni singola sfaccettatura e ogni minimo dettaglio.
Sia che sia il sistema che avete imparato da qualcun’altro, sia che sia il vostro sistema personale che vi ha portato in alto sino alla vetta più alta che vi siete prefissati e che oggettivamente è ritenuta tale anche da molti altri del vostro settore di appartenenza.

E voi come arrivate da A a B nel vostro lavoro? Avete un sistema ben preciso o lasciate tutto al caso?
Fatevi queste domande e già sarete a metà dell’opera.
Ricordatevi che la confusione mentale in certi casi è la via d’uscita che vi da la sveglia che cercavate! Meglio confusi che immobili 😉

A presto cari imprenditori!

 

 

Condividi la news