pixel

Gestire in maniera “attiva” i propri contatti vuol dire smetterla una volta per tutte di archiviarli su block notes oppure scriverli in una tabella di excell come si faceva nei primi anni 2000.
Forse i tempi sono cambiati. Che dite? Siete d’accordo con me oppure non avete la minima idea di che cosa sto parlando?

Ok ok facciamo un passo indietro.
Partiamo da una semplicissima domanda:Quando vi arriva un contatto di un potenziale cliente come lo raccogliete? Dove lo inserite?“.
Se la risposta è “Lo inserisco nella mia tabella di excell…” è un bel problema.
Se la risposta è “Me lo scrivo in agenda o su un foglio…” è un problema ancora più grosso, credetemi.

Siamo nel 2020. L’era non solo della pandemia, che sta scombussolando un pò tutti i piani dei piccoli medi imprenditori, ma anche l’era delle nuove tecnologie.
Quindi perchè non approfittare dei migliaia e migliaia di software online che ci possono dare una mano in questo senso, cioè nel raccogliere contatti e gestirli in maniera automatizzata e semplice?
Attenzione, quando dico “automatizzata” non dico che fa tutto il computer e voi potete sdraiarvi sulla poltrona a sorseggiare champagne tutto il giorno. Assolutamente!
Automatizzare un sistema in certi casi significa semplificarlo al massimo, per avere poi più tempo da dedicare ad altre attività anzichè impiegare mezza giornata per inserire dati, capire se e quando e chi li ha chiamati, ecc.

Io personalmente da qualche anno a questa parte mi sono liberato da tutti questi blocchi obsoleti.
Non ho più fogli volanti o tabelle infinite. Non ho più vuoti di memoria e soprattutto non ho più collaboratori che mi possono mentire su determinate procedure anzichè altre.
Vi spiego meglio cosa voglio dire. E ve lo spiego facendovi un esempio pratico di come arriva un contatto e come lo si gestisce in maniera ottimizzata e veloce.

Dunque. Ho il mio bel software online che chiameremo Pippo.
Grazie a Pippo posso creare dei moduli informazioni da mettere sulle mie belle pagine del sito con il quale vendo prodotti o servizi online.
Messo il modulo sul sito devo solo aspettare che il primo potenziale cliente lo compili.
Quando il cliente compila i campi del modulo e clicca su invia, mi arriva una bella mail da Pippo che mi dice: “Ti è arrivato un nuovo contatto! Vai subito a vedere sul mio sito online dove raccolgo i dati per te!” Così il modulo raccoglie i dati e li registra sul database online di Pippo.
Ricevuta la mail io vado online ed entro in Pippo. E a quel punto vedrò l’anagrafica di quel nuovo potenziale cliente con tutti i suoi dati che ha compilato, un pò come se fosse una classica tabella di excell, ma molto più bella graficamente e più facile da gestire.
In più Pippo, quando riceve il contatto dal modulo compilato, sa anche (e gliel’ho data io come istruzione) che deve mandare in automatico al cliente una mail di ringraziamento magari con dettagli dell’offerta o spiegazioni sul servizio/prodotto in oggetto. Quindi io non dovrò nemmeno sbattermi nel rispondere a mano via mail al cliente, perchè ci avrà pensato Pippo prima di me e in maniera immediata.
In più, e questa è una delle opzioni spettacolari, quando voglio chiamare il nuovo cliente non devo far altro che dire a Pippo che mi deve ricordare che tra due giorni gli devo fare una telefonata. Creo un reminder (task) nel quale specifico che in una tal data Pippo mi dovrà mandare una mail in automatico in cui mi ricorda che devo chiamare il cliente. Una sorta di segretaria virtuale.
Tutto ciò non vi sembra molto figo e soprattutto indispensabile? 
A me tantissimo!

Online possiamo trovate tantissimi software con i quali possiamo gestire i contatti dei nostri clienti e di quelli futuri.
Alcuni sono gratuiti e altri sono a pagamento.
Vi posso suggerire questi due che reputo molto utili e che io attualmente utilizzo:
1) AWEBER: https://www.aweber.com/
2) HUBSPOT: https://www.hubspot.com/
Il primo è a pagamento e comprende vari piani a seconda del numero di clienti che si intende gestire e a seconda delle esigenze di marketing online. Infatti permette non solo di gestire i contatti ma di creare un vero e proprio sistema con il quale si raccoglie il contatto e gli si manda in sequenza una serie di email con cadenza giornaliera precisa. Insomma un vero e proprio strumento avanzato soprattutto per chi vuole fare online marketing spinto.
Il secondo è un pò più alla portata di tutti e rispetto al primo comprende una versione gratuita per un tot massimo di contatti gestiti. Rispetto ad Aweber, Hubspot si occupa principalmente della gestione del contatto vero e proprio, con un’anagrafica strutturata e chiara. In più permette di gestire risposte automatiche, moduli online per raccolta leads, invii newsletter, ecc.
Giusto per darvi un’idea: se siete più smart con strumenti di questo tipo usate Aweber, se siete alle prime armi usate Hubspot.

In conclusione vi posso dire, cari imprenditori, che gestire in maniera attiva i contatti può essere più semplice di quanto pensiate e che è indispensabile, anche quando si ha un’attività piccola o media che sia, munirsi di strumenti che vi consentono libertà, flessibilità e automazione.
Senza l’utilizzo di questi software online le cose si farebbero difficili per tutti. Anche per chi è abituato da una vita a gestire le anagrafiche clienti in maniera tradizionale. Vi assicuro che chi è passato dal tradizionale a moderno poi non è mai più tornato indietro, soprattutto perchè si è reso conto di quanto tempo ha perduto e di quanto tempo ha guadagnato per fare attività in parallelo.
Gestire il contatto è “oro” oggi come oggi. L’info business è un pilastro. Chi ha dati importanti, chi controlla basi di dati, chi è strutturato in maniera ottimale ha un vantaggio infinito rispetto ai proprio competitors.

A presto cari imprenditori.

 

 

Condividi la news